ForAge Forum: Volontariato, partecipazione e nuove sfide.

  • Volontariato, partecipazione e nuove sfide.

    Sergio Andreis andreis@lunaria.org
    26.2.2014 10:28
    Due domande: 1. La rete ForAge include diverse esperience di volontariato senior, ma anche intergenerazionel. Fra quelle italiane in corso quali potrebbero essere considerate innovative e che valga la pena segnalare anche per i colleghi di altri paesi europei ? 2. nella conferenza di Budapest si e' molto discusso delle nuove sfide per l'Europa con riferimento ai migranti senior. Quali pensate siano le problematiche specifiche nel rapporto cittadini senior migranti e cittadinanza attiva ?
  • Giovanni Alteri giovanni_alteri@yahoo.it
    26.2.2014 10:38
    Una delle aree di maggior interesse per i prossimi anni è sicuramente l'aging delle popolazioni migranti residenti nei Paesi dell'UE. L'invecchiamento attivo (healty aging) dei cittadini stranieri è sicuramente una delle sfide emergenti, sottolineata anche dalla rilevanza che questa linea di ricerca riveste nel 7° Programma Quadro europeo. L'invecchiamento della popolazione straniera residente porrà nel prossimo futuro una serie di sfide legate all'emergere di patologie tipiche dell'anziano e alla necessità di prevedere una corretta assistenza per quei soggetti che, come i migranti, non dispongono di reti di protezione sociale o familiare.
  • Yorgos Panagiotopoulos panagiotopoulos@lunaria.org
    26.2.2014 10:43
    Guardate che interessante questo progetto! http://www.comeon-project.eu/
  • Cristina Simon simon@lunaria.org
    26.2.2014 10:50
    Il Progetto "Together Old and Young - TOY: i bambini e i cittadini senior apprendono e crescono in spazi intergenerazionali" (www.toyproject.net) si trova in fase di sviluppo avanzato. E penso sia uno dei più innovativi rispetto all'apprendimento intergenerazionali che mette insieme senior e bambini piccoli. In questo progetto Grundtvig collaborano diverse organizzazioni in Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Slovenia e Spagna. Nel web potrete trovare i principali risultati già raggiunti e le direzioni che stiamo seguendo per i prossimi mesi. Fateci sapere se avete bisogno di più informazioni e dettagli. Ciao!
  • 26.2.2014 11:01
    Il progetto RIVER di cui Lunaria è partner, si è concluso dopo 2 anni di ricerca, studio, implementazione e messa in pratica di progetti di volontariato intergenerazionale. River è stato finanziato dal programma Socrates-Grundtvig della Direzione Generale “Educazione e Cultura” della Commissione Europea, con la partecipazione di 8 partners internazionali provenienti da 5 diversi Paesi: Italia, Germania, Austria, Ungheria e Finlandia. Il progetto si proponeva di : rendere visibili i risultati educativi dei volontari sviluppare e testare un sistema di validazione del volontariato senior creare nuove opportunità di apprendimento per i volontari senior motivare i cittadini senior a partecipare ad attività di volontariato come esperienze di apprendimento promuovere l’apprendimento intergenerazionale Abbiamo sviluppato nell'ambito del progetto una metodologia “ad hoc” per il riconoscimento dell’apprendimento e delle competenze in attività di volontariato, analizzando il processo di apprendimento che può scaturire partecipando ad attività di volontariato intergenerazionale e non solo. E’ stata poi messa in pratica una metodologia sul campo in diversi progetti di volontariato intergenerazionale nei Paesi partner del progetto. Per maggiori info sul progetto visita il sito www.river-project.eu o scrivici!
  • 26.2.2014 11:04
    Dal 2007 Lunaria coordina un network europeo finalizzato alla messa in rete e alla promozione delle esperienze di scambio di volontariato senior. Il network, finanziato dal programma Grundtvig della Commissione Europea, raccoglie 29 organizzazioni europee della società civile di 12 paesi denominato SEVEN – Senior European Volunteers Exchange Network. Anche se il progetto si è concluso, si è deciso di rilanciare il sito web per dare un nuovo seguito e un supporto alle attività del network fornendo informazioni utili sul volontariato internazionale, sia per i volontari seniors ,sia per le organizzazioni che lavorano in tale ambito. Per maggiori info visita il sito www.seven-network.eu
  • 26.2.2014 11:19
    Dal 2002 Lunaria promuove il volontariato internazionale per i cittadini con più di 50 anni, sino ad oggi circa 400 cittadini senior in diversi Paesi europei hanno partecipato alle nostre attività. Sosteniamo e promuoviamo la partecipazione a progetti di volontariato internazionale perchè siamo convinti l' esperienza educativa non-formale, orientata alla capacità di costruire nuove relazioni sociali, riguarda tutte le generazioni e non solo i giovani. Negli ultimi anni abbiamo lavorato per creare opportunità di partecipazione in progetti internazionali sia in Italia che all'estero, anche quest'anno abbiamo in cantiere tanti progetti e possibilità....per maggiori info non esitate a contattarci!
  • 27.2.2014 10:53
    Non c’è dubbio che la sempre più sostenuta dinamica di invecchiamento della popolazione nei paesi europei costituisca una tra le sfide più delicate con cui le istituzioni nazionali e comunitarie devono confrontarsi oggi. Come costruire – in una prospettiva di active ageing – modelli e spazi di socialità allargata centrati sulla valorizzazione del fondamentale “capitale” di conoscenze e competenze (materiali e immateriali) di cui sono portatori gli anziani, mettendolo al servizio di tutti? Come ridisegnare i sistemi di welfare di fronte a una popolazione che invecchia sempre di più, e che quindi richiede un allargamento degli interventi e delle prestazioni assistenziali e di cura? Come regolare equamente l’assetto dei sistemi pensionistici in modo tale da non ridurre il gettito fiscale per le finanze statali? Ad oggi, il prevalente indirizzo dell’azione dei governi – in Italia e in Europa – è innanzitutto improntato ad allungare l’età pensionabile, ritardando l’uscita dal mondo del lavoro dei lavoratori più anziani. Tuttavia, in una condizione di profonda e prolungata crisi economica come quella attuale, l’allungamento dell’età pensionabile si traduce quasi automaticamente nell’esclusione dal mondo del lavoro dei giovani. Le più recenti stime per l’Italia ci dicono che la disoccupazione giovanile (nella fascia d’età 15-24 anni) ha raggiunto la cifra record del 41,6%. E vale la pena di ricordare che quasi quattro milioni di giovani tra i 15 e i 34 anni non studiano e non lavorano: si tratta dei cosiddetti NEET (Not in education, employment or training). Il tema dell’invecchiamento della popolazione si lega allora a doppio alla necessità di prevenire l’insorgere di un “conflitto tra generazioni” che metta giovani e anziani gli uni contro gli altri. Di esempi ve ne sono tanti: si pensi soltanto alla montante retorica politica e pubblica segnata da parole d’ordine quali “giovanilismo” e “rottamazione”; oppure si consideri la costruzione del tutto artificiosa di una presunta contrapposizione tra lavoratori “privilegiati” (coloro i quali hanno un contratto a tempo indeterminato, soprattutto nel settore pubblico) e lavoratori precari (in larga maggioranza, e non a caso, giovani). In una società sempre più frammentata e individualizzata, è oggi a rischio la tenuta stessa del patto sociale su cui si sono fondate e sono cresciute le nostre democrazie. Dal 1999, la campagna Sbilanciamoci! (www.sbilanciamoci.org) fornisce analisi e proposte rigorose e puntuali su come impiegare la spesa pubblica in Italia a favore dei diritti, dell’ambiente, della solidarietà sociale, della sostenibilità. Uscire dalla crisi con un altro modello di sviluppo e un’altra idea di società è possibile, rilanciando un nuovo patto allargato: tra territori, tra uomo e natura, tra classi sociali. E, appunto, tra generazioni.

Add reaction